INGV, il Portale dei Dati Aperti

GEOCORSI E-learning

Il Portale dei Dati Aperti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) permette l'accesso libero ai dati generati dall'attività di ricerca nei campi della sismologia, vulcanologia e dell'ambiente, permettendo la facile fruizione dei dati da parte di diversi tipi di utenti appartenenti sia al mondo scientifico che alla comunità civile tutta.

Il portale è gestito dall'Ufficio Gestione Dati e mira a semplificare il reperimento di dati tramite un unico punto di accesso. data.ingv.it è il "metadata catalogue" istituzionale, ovvero lo strumento che ha il compito di elencare, descrivere e facilitare l'accessibilità ai dati indirizzando gli utenti verso i siti che li ospitano.

Distribuzione per Dipartimento Scientifico dei dati consultabili sul portale data.ingv.it

"La ricchezza dei contenuti del Portale lo rende uno strumento utile sia per il mondo scientifico che per tutta la comunità civile. Gli ingegneri, ad esempio, qui potranno reperire facilmente i riferimenti a ITACA, l'archivio che raccoglie le registrazioni strumentali dei più importanti terremoti avvenuti in Italia fin dal 1972, o accedere al Database della Pericolosità Sismica (MPS04) che contiene le stime su cui si basano le Norme Tecniche per le Costruzioni elaborate dal Ministero delle Infrastrutture; oppure, ancora ad esempio, gli storici che nel Portale avranno libero accesso ad informazioni e riferimenti documentali sui più grandi terremoti degli ultimi mille anni ed oltre (con i cataloghi CPTI15, ASMI e CFTI5med), sulle eruzioni dei vulcani italiani e sugli tsunami in area mediterranea (con i cataloghi EMTC e ITED) e, in generale, sugli eventi catastrofici che hanno segnato l'evoluzione economica e sociale di intere regioni.
Gli abitanti delle zone vulcaniche che sono interessati ad avere una panoramica su varie tipologie di dati recenti e storici registrati dalle diverse reti di monitoraggio (dati geologici, sismici, geodetici e geochimici) gestite dall'Osservatorio Vesuviano e dall'Osservatorio Etneo, reti di monitoraggio che coprono non solo il Vesuvio, i Campi Flegrei e l'Etna ma anche tutti i vulcani attivi nelle isole del Tirreno, come IschiaStromboli, e Vulcano.".

"Le pubbliche amministrazioni e gli utenti, professionisti e non, possono scaricare e visualizzare direttamente in un ambiente GIS il modello digitale di elevazione (DEM) dell'intero territorio italiano con risoluzione a 10 metri (TINITALY) e in particolare dell'Etna con risoluzione a 4 metri (Digital Elevation Model of Mt Etna)."




Cercare dati nel portale è semplice: basta inserire nella barra di ricerca una parola chiave, il nome del dataset (o una sua parte), di un autore, il DOI o una parola che fa parte della sua descrizione. Inoltre è possibile cercare i dati usando un criterio geografico che permette di tracciare su una mappa il riquadro di interesse per ottenere i dati disponibili in quell'area.

"Per il prossimo futuro si sta progettando un nuovo portale complementare a data.ingv.it dedicato all'accesso diretto e specifico ai dati geospaziali tramite servizi in standard Open Geospatial Consortium (OGC) quali Web Feature Service (WFS)Web Map Service (WMS) e Web Coverage Service (WCS) che permetterà la federazione dei tanti servizi web sviluppati dai gestori delle banche dati. Questa nuova evoluzione costituirà un ulteriore e importante contributo alla missione istituzionale per la valorizzazione del vasto patrimonio scientifico prodotto dall'INGV." Fonte: INGV e Portale dei dati aperti

Ultimo aggiornamento: