EPAP, indennità di sostegno del reddito

GEOCORSI E-learning

​Pubblicato il Decreto Interministeriale del 28 marzo 2020 che fissa le modalità di attribuzione dell'indennità, prevista dal Decreto "Cura Italia" a valere sul Fondo per il reddito di ultima istanza, in favore dei lavoratori autonomi e professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria danneggiati dalla situazione epidemiologica da Covid-19.
Il bonus pari a 600 euro per il mese di marzo potrà essere chiesto a partire da oggi direttamente alle Cassa di previdenza privata.
 
Per gli iscritti EPAP

VADEMECUM utile alla richiesta dell'indennità di 600 euro messa a disposizione per il mese di marzo 2020

Entità:
€ 600 per il mese di marzo 2020 non soggetti ad imposizione fiscale.

Beneficiari:
liberi professionisti, non titolari di pensione, non titolari di ulteriori indennità di cui al DL 18/2020 o di reddito di cittadinanza, che abbiano avuto la propria attività limitata dai provvedimenti restrittivi Covid-19.
Alla luce dei pareri legali rilasciati all'Ente, sono da intendersi ricompresi:

  • liberi professionisti anche con redditi diversi da quelli professionali che producano autocertificazione di non aver presentato per il medesimo fine istanza ad altra forma di previdenza obbligatoria
  • i neoiscritti all'Ente nell'anno 2019 e fino al 23 febbraio 2020 che possano dimostrare i sottoindicati requisiti reddituali comuni a tutti i beneficiari.

Requisiti:
  • reddito complessivo 2018 non superiore a 35000 euro, la cui attività sia stata limitata dai provvedimenti restrittivi emanati in conseguenza dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, ovvero
  • reddito complessivo tra i 35.000 e i 50.000 euro con chiusura della partita IVA tra il 23 febbraio e il 31 marzo 2020 oppure con una riduzione di almeno il 33 per cento del reddito relativo al primo trimestre 2020 rispetto al reddito del primo trimestre 2019, individuato secondo il principio di cassa come differenza tra i ricavi e i compensi percepiti e le spese sostenute nell'esercizio dell'attività
  • non sono previsti requisiti di regolarità contributiva.
 

Modalità:
le richieste potranno essere presentate fino al 30 aprile 2020 – si ribadisce che in nessun documento ufficiale si parla di click day – direttamente on line dalla vostra area riservata cliccando sul presente link
In caso di iscrizione in altri Enti o in altre forme previdenziali obbligatorie, la domanda può essere presentata ad un solo ente.
EPAP è tenuta a verificarne i requisiti, comunicando ai Ministeri del Lavoro e dell'Economia, all'Agenzia delle entrate e all'INPS l'elenco dei soggetti a cui anticiperà il sussidio per quanto necessario alle attività di verifica previste.

AGGIORNAMENTO 10 APRILE 2020

A seguito delle novità introdotte con il Decreto Legge 8 aprile 2020 n. 23 l'Ente ha dovuto sospendere, suo malgrado, il pagamento delle istanze già accolte. Indicazioni sulle novità introdotte alla seguente news -> https://www.geocorsi.it/176n714/epap-cambiamenti-nella-formulazione-delle-domande-di-reddito-di-ultima-istanza.html

Ultimo aggiornamento: