Nuovo Decreto per la determinazione dei parametri tariffari

GEOCORSI E-learning

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 195 del 22 agosto 2012 il Decreto 20 luglio 2012, n. 140 recante “Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le professioni regolarmente vigilate dal Ministero della giustizia, ai sensi dell’articolo 9 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27”.

 

Tale Regolamento è utilizzabile soltanto per determinare i compensi nei casi di contenzioso tra il professionista e il cliente e si è reso necessario a seguito dell’abrogazione delle tariffe professionali.

Inoltre, dopo il recepimento di alcune osservazioni del Consiglio di Stato,  nel Decreto viene precisato che l’assenza di prova del preventivo di massima costituisce elemento di valutazione negativa da parte dell’organo giurisdizionale per la liquidazione del compenso.

 

Il Decreto è composto da 42 articoli e da una serie di allegati suddivisi in sette Capi.

Gli allegati di specifico interesse per la categoria sono i seguenti:

  • Esemplificazione dei compensi professioni area tecnica
  • Tavola Z1 professioni area tecnica
  • Tavola Z2 professioni area tecnica

Per quanto concerne le professioni dell’area tecnica tutto si basa sui seguenti 4 parametri:

  • Parametro "V": definisce il costo economico delle singole categorie componenti l’opera;
  • Parametro "P": parametro base che si applica al costo economico delle singole categorie componenti l’opera. Viene determinato per ogni categoria componente l’opera attraverso l’espressione P = (0,03 + 10/V)0,4 ed è un parametro che è inversamente proporzionale all’importo dell’opera stessa;
  • Parametro "G": definisce la complessità della prestazione. Esso ha un minimo ed un massimo, rilevabile nella tavola Z-1 in funzione della categoria dell’opera;
  • Parametro "Q": definisce la specificità della prestazione ed è rilevabile nella tavola Z-2 in funzione della fase prestazionale.

Il compenso per la prestazione professionale è determinato dal prodotto dei suddetti parametri secondo l’espressione che segue:

 

CP = V x G x Q x P

 

Cliccare quiper la consultazione del testo integrale.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: