Caratterizzazione dei sistemi idrogeologici del territorio umbro influenzato dagli eventi sismici del 26-30 ottobre 2016 e valutazione degli effetti del sisma sull'approvvigionamento idrico

GEOCORSI E-learning

Responsabili ScientificiValigi D.(1) Cardellini C.(1) Mirabella F.(1) Tazioli A.(2) Petitta M.(3) Caliro S.(4)
Referente Regione Umbria: Checcucci R.
Collaboratori: Cambi C.(1), Banzato F. (3) , Beddini G.(1) , Fronzi D.(2) , Lacchini A.(3) , Mastrorillo L.(5) , Palpacelli S.(2), Sbarbati C.(3) , Viaroli S.(5) 
Roma Tre Studi degli Università Scienze di Dipartimento di Napoli (5) Sezione, Vulcanologia e Geofisica di Nazionale Istituto (Roma) (4) Sapienza La Università Terra, della Scienze di Dipartimento Marche (Ancona) (3) delle Politecnica Università, Urbanistica ed dell'Ambiente, Materia della Ingegneria e Scienze di Dipartimento di Perugia (2) Studi degli Università, Geologia e Fisica di Dipartimento(1)

 

Con il progetto sono stati definiti gli effetti della crisi sismica sulle risorse idriche sotterranee dell'area umbra del cratere sismico, individuandone le conseguenze sia sulla circolazione idrica delle sorgenti locali, a minor portate ma fondamentali per l'approvvigionamento idropotabile dei piccoli centri abitati e per le attività agro-zootecniche, sia sui grandi sistemi di emergenze sotterranee alimentanti le principali strutture acquedottistiche e la rete di deflusso superficiale.



Con lo sviluppo del progetto ReSTART in corso di attuazione, in collaborazioni tra Autorità di Distretto dell'Appennino Centrale e le Regioni Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio, verranno ulteriormente dettagliate tali valutazioni ed estese a tutto il territorio del cratere sismico.

I contenuti sono disponibili di seguito (formato .pdf):
Ultimo aggiornamento: