Le prove di permeabilità in foro: caratteristiche generali ed interpretazione.

Il corso è organizzato mediante l’esposizione delle principali prove di permeabilità che si possono eseguire in campagna per calcolare i valori di conducibilità idraulica degli acquiferi. Sono sottolineate altresì le procedure operative ed il grado di precisione ottenibile. Al termine  dell’esposizione viene effettuata una dettagliata descrizione di uno dei metodi più seguiti con un esempio pratico applicato ad un acquifero freatico. L’esempio è risolto manualmente e tramite un software.
prove_di_permeabilita

Codice corso: GC16

Geologi: 8 Crediti APCATTIVO

Durata: 8 ore complessive

€ 72,00

IVA esente ai sensi dell'art. 10 c. 20 DPR 633/72

DOCENTE: Geol. Alessio Fileccia

Professore di Idrogeologia Applicata all'Università di Trieste dal 2002 al 2010, attualmente Geologo professionista, esperto nelle metodologie di ricerca delle acque sotterranee, valutazione delle risorse, perforazioni, prove su acquifero, modellistica 2D-3D, monitoraggio e bonifica.

PROGRAMMA:

PARTE PRIMA

  • Concetti e parametri fondamentali
  • Il permeametro a carico variabile e costante

PARTE SECONDA

  • Caratteristiche ed utilità delle prove K
  • Indagini preliminari
  • Le prove
  • Open end test (USBR E-18)
  • Metodo Time lag (Hvorslev)
  • Metodo Bouwer - Rice
  • Sintesi e cause di errore più frequenti
  • Esempio applicativo con software (Aqtesolv)