Gestione delle terre e rocce da scavo: condizioni di utilizzo, aspetti metodologici e normativi alla luce del D.M. 161/2012.

L’attività edilizia e di costruzione presuppone solitamente l’escavazione del suolo e quindi la produzione di terre e rocce. Numerosi provvedimenti legislativi, susseguitisi in pochi anni, hanno reso articolata la normativa sul tema; Il corso intende fornire un quadro, sugli adempimenti previsti dal D.M. 161/12 per la gestione e l’utilizzo delle terre e rocce da scavo che, a certe condizioni, non sono soggetti alla normativa dei rifiuti. In particolare saranno fornite indicazioni circa il contenuto del cosiddetto Piano di Utilizzo e modalità di campionamento/caratterizzazione delle terre sia in fase di progettazione che in corso d’opera.
gestione_terre_e_rocce_da_scavo

Codice corso: GC10

GeologiIN PREPARAZIONE
Corso non disponibile

PROGRAMMA:

QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO

STRUTTURA DEL DECRETO 161/2012

  • Introduzione
  • Definizioni dettate dal D.M.
  • Disposizioni generali del Regolamento

IL PIANO DI UTILIZZO

  • Introduzione
  • Il Proponente del PdU
  • L'autorità competente al rilascio dell'autorizzazione
  • Tempistica
  • Quando viene coinvolta l’ente strumentale ARPA/ARTA nella procedura?
  • Contenuti del piano di utilizzo e allegati.

LA CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE

  • Introduzione
  • Campionamento in fase di progettazione
  • Procedure di caratterizzazione chimico-fisiche, accertamento delle qualità ambientali
  • Procedure di campionamento in fase esecutiva e per i controlli e le ispezioni
  • Caratterizzazione dei materiali da scavo in corso d’opera - Verifiche da parte dell’esecutore
  • Caratterizzazione dei cumuli.

IL TRASPORTO DEI MATERIAI DI SCAVO, IL DEPOSITO INTERMEDIO E LA DICHIARAZIONE DI AVVENUTO UTILIZZO

  • Documenti di trasporto
  • Dichiarazione di avvenuto utilizzo (DAU)
  • Modifiche al PdU
  • Quando viene meno la qualifica di sottoprodotto?