Crediti Formativi Architetti

Il CNAPPC ha accolto lo stimolo ad adeguarsi a quasi tutti i colleghi europei, approntando il "Regolamento per l'aggiornamento e lo sviluppo professionale continuo" in attuazione dell'art.7 del D.P.R. 7 agosto 2012 n.137. Ottenuta l'approvazione dal Ministero della Giustizia sul Regolamento, ha predisposto assieme agli Ordini provinciali le Linee guida e di coordinamento attuative al regolamento per l'aggiornamento e lo sviluppo professionale continuo.
crediti formativi architetti
L'obbligo di aggiornamento professionale decorre dal 01 gennaio 2014 mentre il periodo di riferimento per l'aggiornamento è il triennio (primo triennio formativo 2014-2016). La formazione professionale si realizza mediante le attività formative, anche se svolte all'estero, aventi ad oggetto categorie tematiche maggiormente specificate al punto 3 delle Linee Guida (architettura, paesaggio, design, tecnologia, sicurezza; gestione della professione; norme professionali e deontologiche; sostenibilità; storia, restauro e conservazione; strumenti, conoscenza e comunicazione; urbanistica, ambiente e pianificazione nel governo del territorio).
 

Crediti formativi per Architetti: tabella riepilogativa

 
Regolamento Adempimenti iscritto Definizione crediti Rapporto crediti/ore Riconoscimento crediti
In vigore dal 1°gennaio 2014 Ogni professionista ha l'obbligo di curare il continuo e costante aggiornamento della propria competenza professionale mediante  attività formative come corsi di aggiornamento, master, dottorati, seminari, convegni, giornate di studio, tavole rotonde, conferenze, workshop e corsi abilitanti. Il triennio formativo costituisce il riferimento temporale per tutti gli iscritti. Per il primo triennio sperimentale (2014-2016) i crediti formativi per Architetti da acquisire saranno 60. Successivamente il numero sarà di 90 CFP per triennio. Ai corsi di formazione frontale accreditati ai sensi dell'art. 8 del Regolamento viene attribuito un credito formativo (cfp) per ogni ora di corso, con il limite massimo nel caso di corsi di durata superiore a 20 ore (15 ore nel triennio 2014/ 2016), di 20 cfp (15 crediti nel triennio 2014/2016). Tutte le attività formative sono inserite nella piattaforma telematica al fine di ottenere un nuovo codice identificativo. I cfp acquisiti con la partecipazione alle attività formative, solamente seguendo le procedure della piattaforma telematica, sono automaticamente registrati nella scheda personale dell'iscritto nell'Albo Unico.

Regolamento per l'aggiornamento e sviluppo professionale continuo
Pubblicato sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 17 del 16 settembre 2013
Linee guida e di coordinamento attuative del regolamento per l'aggiornamento e sviluppo professionale continuo
Testo aggiornato con delibera C.N.A.P.P.C. in data 26 Novembre 2014
Allegati
Nota tecnica - Accreditamento delle iniziative di formazione a distanza

Formazione e crediti